Categorie
Notizie

Indignazione per una frase omofoba nel manuale dell’Arma dei Carabinieri

Nel manuale per un concorso nazionale per allievi marescialli dell’Arma dei Carabinieri è stata ritrovata una frase omofoba, che etichettava l’omosessualità come “degenerazione sessuale”

Accade sempre più spesso di essere vittime di errori umani, giustificati spesso come banali distrazioni di poco conto. A volte, però, non ci si rende conto che queste disattenzioni turbano la serenità di altre persone.

L’importanza dell’errore aumenta poi se a commetterlo è la Forza preposta alla pubblica sicurezza. Protagonista della storia è, infatti, l’Arma dei Carabinieri che, sebbene sia rivesta il ruolo di sorvegliante della quiete sociale, può umanamente commettere degli sbagli.

Così come quello commesso nella trascrizione di un manuale per il concorso nazionale per alievi marescialli della stessa Arma, nel quale è stata letta una frase omofoba. Le parole “degenerazione sessuale” sono state utilizzate, infatti, nel testo per definire l’omosessualità, denigrando ed etichettando, in questo modo, i soggetti gay. In questa singolare circostanza, l’omofilia è stata addirittura accostata alle varie e comuni forme di perversione.

Il fatto in questione ha provocato indignazione e amarezza tra le file politiche, che hanno subito incitato la stessa Arma dei Carabinieri a porre le proprie scuse. Nonostante queste siano ben gradite, tuttavia non bastano a cancellare l’ormai diffuso problema del pregiudizio sociale e i tanti insulti ricevuti.

L’affermazione omofoba usata è stata definita da alcuni politici “scandalosa” e “inaccettabile”, tanto da richiedere la sua immediata cancellazione e una più adeguata sorveglianza nella compilazione di manuali di questo grado d’importanza.

Nonostante ormai molti tabù siano stati abbattuti, purtroppo, capita ancora che gli omosessuali vengano giudicati in modo negativo e, soprattutto, etichettati diversi senza un motivo reale di fondo. Questa è la conseguenza dell’omofobia, cioè l’avversione immotivata e irrazionale alle persone omosessuali. Ma, più di ogni altra cosa, questo atteggiamento è un classico esempio di ignoranza e di chiusura verso un orientamento sessuale diverso da quello personale.

Dunque, come ci insegnana un antico detto “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum!”