Categorie
Notizie

Tu non gradisci il regalo della zia e io annullo le nozze!

In Turchia, uno sposo ha sospeso la cerimonia di nozze dopo che la sua coniuge ha criticato il regalo di una parente

Come canterebbero i Tiromancino in una loro famosa canzone: “Le incomprensioni sono così strane, sarebbe meglio evitarle sempre”. Si, soprattutto nel giorno del proprio matrimonio!

Consiglio questo non seguito da un uomo turco, che ha annullato le proprie nozze in seguito ad una critica ricevuta dalla sua futura consorte. La donna, non gradendo infatti un braccialetto donato dalla zia del partner, ha espresso ingenuamente un commento negativo sul regalo.

Ma la sincerità della ragazza non è stata accettata dall’uomo che subito ha assalito la donna, picchiandola ed insultandola. Repentinamente, la faccenda ha coinvolto tutti gli invitati che, schierandosi, hanno dato inizio ad una vera e propria rissa, mandando in fumo tempo e denaro spesi per i preparativi delle nozze. Il caso è poi degenerato quando l’uomo ha estratto una pistola e ha ritenuto giusto sparare in alto due colpi, fortunatamente senza provocare feriti.

Il tutto scaturito da un fraintendimento da parte dello stesso sposo, che ha stravolto il giudizio della compagna, secondo cui l’ammirato braccialetto non fosse d’oro. L’uomo, infatti, ha visto nelle parole della partner un’offesa alla propria famiglia e, reagendo barbaramente, ha voluto difenderla dalla futura sposa. 

Dunque “galeotto fu il braccialetto e chi l’ha giudicato” si potrebbe dire; ma poi ci si rende subito conto della reale gravità dei fatti. Stress da matrimonio a parte, il gesto in questione non può essere giustificabile, vista la violenza che ne è scaturita. Le incomprensioni nella coppia sono ammesse e spesso rappresentano una valvola di sfogo capace di riequilibrare il rapporto. 

Ma nessun motivo potrà mai autorizzare casi gravi di aggressività, né verbale né tantomeno fisica. Purtroppo si registrano quotidianamente casi di violenza e, sebbene quello descritto possa risultare diverso dagli altri per il contesto in cui è avvenuto, non è meno irruente né meno importante.