Categorie
Notizie

“I’m married”: è arrivato l’anello antiadulterio

Contro il tradimento coniugale, è stato recentemente inventato l’anello antiadulterio, che imprime le parole “I’m married” sul dito del partner che lo indossa

Il matrimonio lega due persone che si amano ed è da sempre insidiato da mille tentazioni esterne che, spesso, incitano uno dei partner a tradire.

E visto che, per natura, l’essere umano tende a cadere nella trappola delle seduzioni che vengono dall’esterno, bisognerebbe che qualcuno lo riportasse sui propri passi. 

A tal proposito, è stato recentemente inventato un anello che ricordi al coniuge infedele di essere felicemente sposato. Il merito dell’idea è di un’azienda americana che ha marchiato all’interno dell’anello la frase “I’m married”, proprio come monito per tutti coloro che, almeno per un istante, abbiano pensato di tradire il proprio partner.

Attraverso, dunque, le parole “io sono sposato/ta”, l’infedele compagno dovrebbe, in teoria, resistere alle seducenti tentazioni guardando l’incisione all’interno dell’anellino di titanio e ricordando, in questo modo, di dover essere fedele. Ma in realtà la fede antiadulterio, acquistabile alla modica cifra di 550 dollari, corrispondenti a 442 euro, ha la capacità di imprimere le suddette parole nell’anulare del soggetto che l’indossa, rimenendo sulla pelle per un po’ di tempo.

Sebbene siano in molti a reputare l’invenzione poco romantica, si pensi che l’anello antiadulterino è stato creato con l’intenzione di limitare le crisi di coppia e soprattutto le infedeltà coniugali. Anche se la scelta di acquistare questa fede possa essere letta come un sintomo di sfiducia nei confronti del proprio partner, in realtà è solo un simbolo dell’unione di due persone che realmente provano qualcosa l’uno per l’altra.

Quindi, nell’incertezza, forse sarebbe meglio marchiare il proprio partner, prima che i sospetti di tradimento causino l’infarto e, soprattutto prima di scoprire l’infedeltà e arrabbiarsi.

Siete d’accordo?