Categorie
Notizie

Olimpiadi 2012: stanze separate per una coppia di atleti

Durante le Olimpiadi 2012, una coppia di atleti è stata costretta a dormire in stanze separate, in conseguenza di un’antica regola che divide i dormitori maschili da quelli femminili.

A Londra, iniziate da pochi giorni, le Olimpiadi 2012 già fanno parlare di sé, con vittorie, medaglie ma soprattutto con le stravaganti vicende interne.

E infatti, mentre gli atleti si esibiscono e gareggiano, dietro la scena olimpica c’è già chi si lamenta o trova un motivo per attirare l’attenzione di critici e giornalisti.

Molti falliscono nell’intento ma altri, invece, riescono nell’impresa e fanno audience. Così è stato per una coppia di atleti, Russell Mark e sua moglie Lauryn Ogilvie, atleti nel tiro a volo, che sono stati costretti a dormire in stanze separate.

Secondo un’antica legge olimpionica, infatti, i dormitori degli atleti sono divisi in maschili e femminili, senza eccezione per le coppie sposate. Il divieto ha suscitato le ire dei due protagonisti che hanno ritenuto ingiusto tale trattamento, reputato discriminante nei loro confronti. Il responsabile del team olimpico australiano, Nick Green, quindi, ha fatto sapere alla coppia di essere libera di recarsi in una stanza di albergo esterno allo stesso villaggio, pagando il dovuto compenso.

Russell Mark, però, ha sfogato verbalmente la sua rabbia contro gli atleti gay che, a differenza sua, possono dormire nella stessa stanza del loro partner. Ciò ha dato avvio ad un ampio dibattito, sfociato poi in una vera a propria polemica. 

Già altre volte la coppia è stata protagonista di strane lamentele ma, forse, stavolta ha proprio raggiunto l’apice dell’esagerazione. Infatti, trovare qualcuno a cui dare la colpa può rappresentare la via più breve ma scaraventarsi pubblicamente sui gay appare un tantino eccessivo. 

Resta comunque da reputare che i capricci degli atleti sono sempre esistiti e simboleggiano il dietro le quinte dello spettacolo olimpionico. Dunque, lamentele a parte, la storia si unisce a tutte le mille e svariate vicende che, da sempre, hanno colorato questo vasto mondo sportivo.