Categorie
Tendenze

Padri più presenti ma con testosterone basso

Un recente studio americano ha dimostrato che l’avvicinamento del padre al proprio figlio causerebbe l’abbassamento del livello di testosterone

L’arrivo di un bebè porta con sé emozioni nuove e causa sia cambiamenti nella coppia che anche e soprattutto all’interno di ogni singolo genitore.

Chi ha detto, infatti, che la nascita di un figlio modifichi solo l’organismo della neo mamma? Questa teoria è stata sfatata da un recente studio che ha dimostrato come anche il padre subisca un cambiamento genetico.

La ricerca pubblicata su “Plos One” e condotta da un gruppo di ricercatori dell’University of Nostre Dame, ha infatti scoperto che la vicinanza del papà al proprio figlio stimoli l’abbassamento del livello di testosterone. Dopo aver preso in esame un campione di 362 neopapà filippini con neoprole annessa, gli studiosi americani hanno tratto la conclusione che il contatto tra padre e figlio può avere implicazioni comportamentali a causa della diminuzione dell’ormone maschile. Il maggiore coinvolgimento affettivo diventerebbe, così, la causa principale di repentini cambiamenti e di trasformazioni biologiche maschili.

I risultati della ricerca hanno anche evidenziato che tale mutamento sia, in realtà, accentuato da determinate azioni che un padre svolge con il proprio figlio e che sottolineano l’affiatamento e l’intesa tra i due. Dormire nella stessa stanza del neonato, assisterlo di frequente e soprattutto durante il primo periodo di vita, dunque, influirebbero in modo incisivo nella personalità paterna.

Si consiglia allora di fare attenzione…pensare ai figli però senza dimenticare che i figli hanno bisogno di entrambi i genitori.