Categorie
Notizie

Scappatella all’inglese per un professore e la sua alunna minorenne

Un professore inglese decide di fuggire con una sua alunna quindicenne suscitando l’ira e l’indignazione della propria coniuge e soprattutto dei genitori della ragazza

Alcuni la chiamano “scappatella”, altri, in dialetto, “fuitina” ma, in qualunque modo essa è detta, rappresenta quasi sempre un’illecita via di fuga.

E se c’è chi fugge, c’è chi non tollera tale scelta perché reputata sbagliata o perché ad essere sbagliato è il motivo. Un caso di scappatella è avvenuto ad Eastbourne, un professore trentenne, Jeremy Forrest, è fuggito con una sua alunna minorenne, Megan Stammers, studentessa alla Bishop Bell Church of England.

La vicenda inglese ha fatto molto discutere, non tanto perché l’insegnante di matematica è felicemente coniugato ma quanto piuttosto perchè, proprio lui ha iniziato a corteggiare in modo quasi ossessivo la giovane ed attraente quindicenne. La differenza di età tra i due non è bastata, infatti, a far desistere l’uomo dal proprio intento passionale, che l’ha spinto a proporre alla ragazza di fuggire con lui. Questa ammaliata dai gesti romantici del suo insegnante, ha deciso di lasciare la Gran Bretagna per recarsi in Francia con il suo nuovo partner.

Purtroppo per loro, però, i due romantici fuggitivi sono stati scoperti tramite una videocamera a circuito chiuso, mentre si imbarcavano su un traghetto diretto a Calais. I genitori della ragazza, preoccupati, sostengono che la propria figlia sia consenziente alla fuga e, proprio per questo, sono convinti che la ragazza non vorrà più ritornare indietro. Nonostante ciò, essi si sono subito mobilitati a diffondere immagini e video utili al ritrovamento e soprattutto al riconoscimento dei due, in modo da convincere la figlia minorenne a tornare da loro. 

A parte loro e a parte il tradimento dell’uomo nei confronti della propria coniuge, non resta che sperare in un ravvedimento dei fuggiaschi che, sebbene i loro ruoli sociali e la loro differenza di età, si amano e continuano a farlo senza limiti alcuni.