Categorie
Notizie

Interrompere i rapporti con l’ex coniuge mediante un assegno di mantenimento una tantum

In caso di divorzio, un utile strumento per limitare i contatti tra ex coniugi è rappresentato dall’assegno di mantenimento una tantum

Il divorzio non rappresenta una scelta sempre facile da intraprendere, soprattutto quando si hanno dei figli e per il loro bene i rapporti tra i due ex coniugi non possono interrompersi.

In questi casi, la carenza di dialogo, la poca voglia di comprensione da porre ai reali bisogni di ognuno, riversa gli effetti negativi sui figli che subiscono i continui litigi. Quando l’ex coppia non ha procreato prole, dopo la separazione l’unico motivo per tenere i rapporti è rappresentato dal mantenimento che per legge tocca ad uno degli ex coniugi e che deve essere corrisposto dal partner più abbiente in base alla propria disponibilità economica. Per limitare tale problema, si è trovata una soluzione efficace che possa calmare gli animi e ridurre le occasioni di incontro. Se infatti gli avvocati possono essere un sereno compromesso, anche un assegno in un’unica soluzione potrebbe avere vantaggi su entrambi i soggetti. In diritto questo stratagemma prende il nome di “assegno divorzile una tantum” ed è attualmente uno dei mezzi più utilizzati tra i partner separati per interrompere la continuità dell’ex rapporto. In realtà tale liquidazione del coniuge è regolata da una legge sul divorzio già esistente sin dal 1970, che stabilisce la corresponsione di una somma in formula unica, in accordo tra le due parti in causa che non possono modificarla in seguito e che accettano di le clausole impostegli. Se da un lato, è vero che questo mezzo non favorisce l’ex coniuge abituato a ricevere il mantenimento periodico, dall’altro l’assegno unico limiterà i consueti contrasti con l’ex compagno che a suo avviso potrà sdebitarsi in un’unica volta. Attenzione però a non fare di tutta un’erba un fascio e ad analizzare i singoli casi che mostrano situazioni differenti l’una dall’altra. E come spesso accade anche qui, solo l’esperienza diretta può verificare l’attendibilità e l’efficacia dello strumento giuridico utilizzato.

In un rapporto di coppia appare sempre più spesso inevitabile scongiurare il rischio di divorzio e nel caso in cui non se ne può proprio fare a meno, si consiglia allora una più attenta riflessione sulle circostanze, in modo da evitare ulteriori conflitti.