Categorie
Consigli

Sentimento non corrisposto: meglio la gentilezza che l’indifferenza

Nei nuovi incontri,si consiglia di essere cordiali con i corteggiatori, anche se non interessano personalmente

Tra le avventure sentimentali di una persona possono nascondersi flirt e conquiste poco accattivanti che cercano insistentemente di fare colpo.

Nella maggior parte dei casi, un “due di picche” sembra essere la soluzione più adeguata a distogliere l’attenzione del corteggiatore, anche se non sempre si riesca nell’intento di allontanarlo. Alcuni latin lover incalliti infatti non mollano la presa e cercano in ogni modo a loro disposizione di conquistare colui che si dà delle arie, a differenza di altri che decidono di mollare la presa e di fare colpo su qualcun altro. In certi casi può capitare di sentirsi in colpa dopo aver rifiutato le attenzioni di un ipotetico amante e di riflettere sul proprio atteggiamento. Ed è proprio in questi casi che si comprende come un pizzico di gentilezza non guasta a rende tutto più semplice, addolcendo anche un rifiuto. Mentre interagisce con i suoi simili, il soggetto è spesso spinto ad essere aggressivo e a tirare delle conclusioni affrettate circa l’atteggiamento di chi gli sta accanto. Ponendo più attenzione agli incontri che fa, sarebbe più giusto che si ponesse in modo più cordiale anche verso coloro che non gli vanno a genio. In questo modo, egli potrà dimostrare di essere educato e disposto ad un’amicizia piuttosto che ad un legame più intimo e solo così sarà più facile far comprendere all’altro la propria intenzione, senza troppi discorsi né tantomeno brusche parole che possano colpirgli il cuore. Sarà il destino a dare un seguito alla relazione che ne scaturirà, che potrà nutrire un intenso rapporto amichevole o trasformare l’amicizia in amore.

 La gentilezza serve soprattutto nelle conoscenze on line, durante le quali  capita spesso di venire contattati in chat da soggetti che non interessano ma che comunque si mostrano abbastanza interessati. In questi casi, invece di chiudere la conversazione con toni aggressivi, o di bloccare il contatto mentenendo un atteggiamento di indifferenza, è più giusto rispondere rivolgendogli parole cortesi, in modo da far capire il personale disinteresse nei suoi confronti.

E se in questo modo non si otterranno i risultati sperati, almeno la reputazione personale non sarà macchiata dall’ostilità che si dimostra agli altri.