Categorie
Notizie

Sindaco brasiliano autorizza le nozze tra un uomo e due donne

In Brasile, un sindaco ha concesso l’autorizzazione ad un uomo di sposare ben due donne mediante rito civile

Le regole in amore hanno subito da tempo qualche variazione, causando la perdita di valori tradizionali e favorendo coloro che cercano un’alternativa ad esse.

Così come appare alternativa la vicenda di un uomo che, a Rio de Janeiro, ha ricevuto il consenso di sposare ben due donne, autorizzato da un notaio brasiliano che ha presieduto la cerimonia civile. A differenza della solita cerimonia, così, stavolta ad essere unite in matrimonio sono state tre persone,  che hanno coronato il loro sogno in un modo inconsueto.

Le due mogli infatti, firmando l’atto nuziale, hanno accettato di condividere lo stesso marito pur sapendo le eventuali conseguenze. Ma in realtà la vera responsabilità è ricaduta sul pubblico ufficiale Claudia do Nascimento Domigues che, sebbene ricopra un ruolo di rispetto e di rappresentanza giuridica, ha deciso di avallare la relazione, permettendo ai tre soggetti di sposarsi regolarmente secondo il rito civile e riconoscendoli come un vero e proprio gruppo familiare. Il sindaco si è giustificato ai commenti dell’opinione pubblica, affermando che già da diverso tempo il trio ha convissuto come una normale coppia, condividendo la vita di ogni giorno e che non esisterebbe una legge che vieti la sua decisione.

Sebbene lo strano matrimonio non sia stato celebrato in chiesa, la notizia di queste nozze civili ha destato le critiche e i favori di tutti coloro che credono fermamente nell’autenticità del matrimonio, inteso come simbolo di unione e di legame tra due persone. Tra questi, ha sollevato ardue polemiche la presidente della Commissione del diritto di famiglia, Regina Beatriz Tavares da Silva, che all’interno dell’ordine degli avvocati brasiliani ha etichettato la decisione presa del sindaco come assurda ed illegale. Essa ha inoltre sperato nell’annullamento dell’inusuale matrimonio inteso inaccettabile e fuori dai canoni stabiliti dalle leggi sociali della cultura brasiliana.

Dal canto suo, l’ufficiale civile Domigues, intervistata da una nota emittente televisiva brasiliana, ha cercato di discolparsi, rispondendo a tono e dichiarando di aver solo riconosciuto qualcosa che realmente già esiste. 

Ma attenzione, solo secondo determinati ordinamenti giuridici, simili ad esempio a quello musulmano, è possibile essere uniti a più persone, senza commettere adulterio e senza violare la Legge.