Categorie
Notizie

I corsi “salva matrimonio” organizzati dai Comuni italiani

Sono molti i Comuni d’Italia che hanno accettato di organizzare dei corsi comunali “salva matrimonio” in soccorso a tutte le coppie in crisi

Il rapporto di coppia può regalare momenti magici da condividere con chi si ama ma può anche essere causa di continui litigi che sfociano in separazioni o spingono uno dei due partner ad accettare una relazione monotona.

Sono in aumento le coppie che scelgono la prima via, piuttosto che portare avanti una storia senza amore e subire gli effetti di una monotona convivenza. Ma sono altrettanto numerosi coloro che credono ancora nell’amore con la A maiuscola, fatto di fedeltà e di vero sentimento. Anche se quest’ultima opzione appare fiabesca e surreale, è proprio vero che esiste ancora chi è disposto a cercare una soluzione alle proprie crisi sentimentali, magari affidandosi ai consigli di esperti o a terapie di coppia progettate su misura di chi le richiede. 

Un efficace aiuto fornito a tutte le coppie in cerca di sostegno morale e psico- sentimentale arriva direttamente da alcuni comuni italiani che si sono impegnati sul campo per salvare i matrimoni a rischio separazione. La prima amministrazione comunale ad aver organizzato il “corso salva- matrimonio” è stata il comune di Bologna, che con il sostegno di psicologi e legali ha attuato un ciclo di incontri incentrati su riflessioni sulla vita di coppia. Il progetto si è posto come fine la prevenzione delle crisi sentimentali all’interno del rapporto coniugale, in modo da trovare una soluzione prima della sua degenerazione.

Durante i corsi che si sono svolti anche in altri Comuni d’Italia, come quelli di Padova e di Venezia, gli specialisti del settore hanno cercato di trasmettere alle coppie presenti il valore della condivisione da non attuare solo per i beni materiali ma da estendere anche e soprattutto per i sentimenti. Riflettere e progettare insieme al proprio partner è diventato così una sorta di motto da incamerare e poi mettere in pratica nella convivenza quotidiana.  

L’altro elemento su cui gli esperti hanno posto l’attenzione è il dialogo, ingrediente fondamentale per condire al meglio la vita coniugale e renderla gustosa; un confronto si dice tale quando è schietto e sincero e permette di affrontare e sin da subito chiarire i conflitti iniziali senza protrarli a lungo termine. Il linguaggio da usare è quello dell’affetto che spinge a ricercare nuove opportunità per mantenere vivo il desiderio. A tal proposito ritorneranno utili un bacio a sorpresa, una carezza, piccole attenzioni che riportino alla mente il vero motivo per il quale si è scelto di sposare quella determinata persona.

E, chi lo sa, se con la giusta atmosfera aggiunta a ciò che si è appreso, il vecchio rapporto rinascerà a nuova vita.