Categorie
Notizie

Uomo cinese fa causa alla moglie per aver generato una figlia “brutta”

Un uomo cinese ha denunciato la propria coniuge per avergli dato una figlia “estremamente brutta”

In un rapporto di coppia la bellezza gioca un ruolo fondamentale perché stimola due persone a piacersi attraendole l’uno all’altro. Anche se l’amore vero a volte può essere molto cieco, è fondamentale che in una relazione sentimentale non venga meno il sentimento e l’interesse per il proprio partner.

Quando due persone decidono di stare insieme e di dare inizio ad una nuova storia si presuppone che essi siano sinceri e soprattutto coscienti della propria scelta, accettandone eventuali conseguenze. Ma come giustificare un compagno che dopo aver trascorso con la propria coniuge diversi anni di convivenza si accorge che l’affascinante donna che ha sposato sia in realtà goffa e brutta?

Ciò è realmente accaduto in Cina, dove un uomo di nome Jian Feng, ha deciso di far causa alla propria moglie, reputata sgradevole alla vista dei propri occhi. Per questo motivo, il cinese ha convocato la donna in tribunale con l’accusa “di essere brutta” e di non essere più attratto da lei. La vicenda però appare più contorta visto che in realtà l’uomo non si sia limitato solo ad accusare la coniuge ma ha esteso le critiche soprattutto alla loro unica figlia, reputata “incredibilmente brutta” e non affatto assomigliante al proprio aspetto.

La colpa di tale goffagine sarebbe della moglie che ha generato una bambina poco gradevole, che apparendp molto diversa dalle sembianze del padre, fa pensare piuttosto al frutto di un amore extraconiugale. L’uomo infatti che sostiene che la coniuge lo avrebbe addirittura tradito con un altro uomo, ha utilizzato come movente la propria mancanza di somiglianza alla figlia, accusando un esplicito caso di infedeltà.   

Dopo insistenti giudizi e pressioni da parte di Jian, la donna ha ammesso di non aver mai tradito il marito ma solo di aver subito in età giovanile ripetuti interventi chirurgici per migliorare il proprio aspetto che prima appariva sgradevole e poco attraente. I propri difetti l’avrebbero infatti spinta a sottoporsi all’azione del chirurgo plastico che le ha donato l’attuale bellezza. Ciò spiegherebbe il carente fascino della figlia che si distingue nettamente da entrambi i suoi genitori.

Nonostante ciò, il forte legame che lega un padre alla propria figlia dovrebbe limitare i giudizi e stimolare alla comprensione e al dialogo. Preferendo l’apparenza all’essenza invece l’uomo ha colpito la propria famiglia senza tener conto dell’affetto che lo lega alla moglie e alla propria figlia soffermandosi piuttosto a progettare un piano speculativo nei confronti delle due donne.

Oltre ad aver ottenuto il divorzio infatti a seguito della vicenda Jian è riuscito a guadagnare un risarcimento in denaro corrispondente a 120.000 dollari e vendicandosi della moglie attraverso una denuncia pubblica che l’ha resa colpevole di aver basato il matrimonio su false premesse.