Categorie
Consigli

Come comportarsi quando il partner non vuole far conoscere i propri figli

Dopo una separazione può accadere che un partner non abbia voglia di far conoscere i propri figli al suo nuovo compagno generando incomprensioni e discordie

Le relazioni nate dopo un divorzio nascondono spesso dei retrogusti amari che alcune volte non vanno via facilmente e che sempre più spesso mettono fine al rapporto.

Essere la seconda scelta non presenta sempre e solo lati positivi ma può generare insofferenze alla neocoppia che si ritrova a maturare sul modello di storie passate. In base a questo il nuovo compagno dovrà adeguarsi ed accettare la vita passata del partner che anche se non è facile, con il tempo si lascia alle spalle la prima storia.

La situazione si complica soprattutto quando si è alla presenza di figli nati dal primo matrimonio che essendo molto legati al proprio genitore non riescono a somatizzare il rapporto con un’altra persona. L’amore per i figli prescinde infatti dalla scelta di separarsi dal proprio coniuge e mantiene vivo il legame genitoriale oltre ogni possibile mutamento del nucleo familiare.

Per preservare questo rapporto alcuni genitori decidono di non presentare i propri figli al nuovo partner, creando un distacco simbolico tra la vecchia vita e quella nuova. Questo atteggiamento di chiusura non viene compreso dal compagno che ne riceve i colpi e che vorrebbe condividere quel sentimento genitoriale con la persona del cuore. 

In questo modo, indirettamente si tende ad accostare entrambe le relazioni che invece di allontanarsi si incontrano ogni giorno di più, mettendo in serio pericolo la stabilità del nuovo rapporto. Visto che dissolvere un legame genitore-figlio è quasi impossibile, l’unica soluzione resta la comprensione che dovrebbe stare alla base di ogni rapporto sentimentale. Solo accettando il volere del partner si potrà andare incontro alla propria benevolenza e con il tempo si potrà riuscire a fargli comprendere i buoni propositi che si hanno nei confronti dei suoi figli.

È fondamentale sapersi mettere da parte e fare spazio a quei figli che hanno subìto le conseguenze del divorzio e aspettare che il vero sentimento ristabilisca l’equilibrio. Se il partner resta legato alla sua prole non significa infatti che tornare con l’ex coniuge ma piuttosto ridonare la serenità ai frutti della propria relazione passata.

A favore del nuovo compagno si pone il dialogo e quella giusta apertura mentale con la quale si potrà dargli soccorso in particolari situazioni di crisi. E solo il tempo aiuterà a dare il giusto significato alle cose.