Categorie
Incontri

Le coppie più felici si incontrano su Internet

Secondo uno studio americano i matrimoni più felici sono quelli delle coppie nate dal dating On line

Secondo un antico proverbio, il matrimonio rappresenta la tomba dell’amore reputando in questo senso le nozze come ultima fase di un rapporto di coppia che giunge alla sua fine.

Per fortuna però questo modo di dire non rispecchia il pensiero di ogni individuo né l’opinione di tutte quelle coppie che invece vedono nel matrimonio il culmine della loro relazione sentimentale e il momento magico nel quale pronunciare il fatidico “si”. Questa scelta così importante è influenzata non solo dal forte sentimento che lega due partner, ma anche dall’intensa attrazione che li spinge a decidere di affrontare insieme tutta la vita, finché morte non li separi.

E proprio la voglia di condividere la maggior parte del tempo con una persona per la quale si sente qualcosa di forte oltrepassa ogni limite e abbatte ogni barriera anche quella virtuale, che è considerata un vero elisir d’amore.

Questo è quanto è stato dimostrato da uno studio americano, pubblicato sul “Time” e condotto dagli psicologi di Harvard e dall’Università di Chicago, secondo cui i matrimoni più felici e le relazioni coniugali più durature sono quelle nate tra soggetti che si sono conosciuti su un sito di incontri on line. È stato dimostrato infatti che su quasi 20.000 coniugi statunitensi che hanno contratto le nozze tra il 2005 e il 2012, il terzo di loro vive un rapporto di coppia più sereno.

Questa percentuale di soggetti  ha affermato di aver conosciuto il proprio attuale coniuge su un sito di incontri on line e di essere soddisfatta del proprio matrimonio e della propria scelta. Il campione preso in esame dai ricercatori americani per eseguire lo studio era composto da soggetti di età compresa tra i 30 e i 39 anni, la maggior parte dei quali possiede un impiego ben retribuito che gli mette a disposizione il tempo e la disponibilità a collegarsi ad Internet e frequentare i siti di dating on line.

Questo sarebbe giustificato dai criteri di ricerca on line che apparirebbero più precisi e programmati rispetto agli approcci utilizzati nella realtà e dallo stesso atteggiamento tenuto dagli utenti on line che si mostrano più motivati e più modesti.

Dai dati emersi dallo studio, pubblicati anche sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze, “Pnas”, è emerso che queste coppie nate da un fortuito incontro sul web sono le più resistenti rispetto alle unioni matrimoniali tradizionali che hanno fine con più facilità. Come ha affermato lo stesso responsabile del team di ricerca, il Prof. John Cacioppo, nell’era di Internet infatti “incontrarsi on line non è più un’anomalia, visto che gli esiti dell’incontro sono positivi”. 

Ciò dimostra la potenza di Internet che si presta bene ad alterare le tradizionali dinamiche e gli esiti stessi del matrimonio, sebbene esso sia solo la seconda chance di quanti sono ancora in cerca della propria anima gemella.