Categorie
Consigli

Attacchi e Crisi di Panico: Quali Sono le Cause e i Rimedi?

Gli attacchi di panico sono fenomeni intensi e di breve durata circa 10 minuti che possono colpire chiunque, vediamo cosa sono e come di manifestano.

Cosa sono gli attacchi di panico?

L’origine del nome, deriva dalla mitologia greca ed in particolare dal dio Pan, un essere mostruoso, dall’aspetto di mezzo uomo e mezzo caprone, che appariva lungo il cammino delle persone e spariva immediatamente, lasciandole impaurite e sgomente, incapaci di spiegarsi l’accaduto.

Come hanno luogo gli attacchi di panico?

Come spiega la stessa origine etimologica del termine, l’ansia e gli attacchi di panico si manifestano come sensazioni negative e forti, inspiegabili, di paura. Tale paura è priva di un fondamento reale, ma è impossibile controllarla.

Oltre alla sensazione negativa, si hanno anche sintomi somatici reali, causati dallo stimolo improvviso del sistema simpatico, che accentuano ancora di più l’intensità dell’attacco di panico, che raggiunge il culmine in brevissimo tempo. La paura di morire, di impazzire o di provare un forte dolore rende le persone incapaci di reagire e gestire la forte sensazione negativa avvertita.

Scopriamo adesso i sintomi delle crisi di panico.

Crisi di Panico Sintomi

Gli attacchi di panico pur essendo frutto della paura improvvisa avvertita dall’uomo, manifestano dei sintomi reali e visibili, tipici di questa crisi momentanea e facilmente riconoscibili.

crisi di panico sintomi

Il disagio mentale generato dalla crisi di panico, tende a causare vergogna e timore da chi ne viene colpito, per la paura che il malessere venga avvertito e riconosciuto

Ma vediamo come si manifestano le crisi di panico:

E dal putto di vista fisico, cosa accade?

Leggilo nel prossimo capitolo.

Attacchi di Panico Sintomi Fisici

L’impossibilità di prevedere il momento in cui una crisi di panico possa avvenire, porta le persone che ne soffrono a modificare in modo significativo il proprio modo di vivere la vita, in quanto tendono a sentirsi particolarmente deboli e incapaci di reagire.

attacchi di panico sintomi fisici

Di norma le crisi di panico e i conseguenti sintomi si presentano di colpo, senza nessun motivo apparente, e pur durando pochi minuti massimo mezz’ora, lasciano il soggetto spossato e logoro.

Il numero degli attacchi di panico che può colpire una persona è difficile da quantificare: possono essere uno o due al mese, oppure un soggetto può essere colpito più volte durante una settimana.

Nei pazienti che non hanno problemi di salute, come malattie cardiache, gli attacchi di panico non sono pericolosi, ma possono portare i soggetti a soffrire di gravi ripercussioni sociali che interferiscono sulla loro vita, come depressione, fobie particolari, o abuso di sostanze stupefacenti e alcool.

Tra i sintomi più tipici possiamo annoverare:

  • Evidenti rossori al viso e nei casi più gravi anche al petto,
  • Forte difficoltà di respirare denominata dispnea,
  • Formicolii nella zona degli arti, sia superiori che inferiori che rendono difficili i movimenti,
  • Aumento della temperatura corporea, o cali della temperatura repentini, con conseguente sensazione di caldo eccessivo o brividi di freddo,
  • Sintomi che si manifestano nel tratto intestinale, brontolii o sensazione di nausea, carenza di appetito,
  • Sensazione di svenimento, tremore e dolori al petto, tachicardia.

Crisi di Panico Notturne

Normalmente le persone che soffrono di attacchi di panico temono particolarmente la possibilità che questo possa colpirli nel cuore della notte.

crisi di panico notturne

Infatti se per proteggersi da un attacco di panico diurno pongono in essere comportamenti che riescono a distrarli e a superare la crisi momentanea, di notte questo è molto più difficile.

Gli attacchi di panico notturni colpiscono la persona nel cuore della notte, esasperando l’impotenza e il timore, e paralizzando il soggetto al letto, incapace di reagire. La possibilità di essere colpiti da una crisi di panico notturna non sono molto rare: generalmente insorgono tra la mezz’ora dopo essersi addormentati oppure nell’arco delle tre ore successive, spossando il soggetto colpito che non sarà abbastanza lucido per reagire.

I sintomi degli attacchi di panico notturni sono identici a quelli di un normale attacco di panico diurno.

Fortunatamente queste manifestazioni non sono pericolose, anche se il soggetto che subisce la crisi è convinto di morire o di avere un infarto. La maggiore gravità con cui vengono percepiti rispetto agli attacchi che avvengono di giorno è dovuta all’effetto sorpresa, in quanto svegliano la persona addormentata nel cuore della notte, con sintomi angoscianti che esasperano l’ansia e i sintomi caratteristici.

Crisi di Panico Cause

Gli esperti hanno individuato in molti attacchi di panico cause psicologiche.

 crisi di panico cause

Alcuni soggetti possono soffrire di ansia e crisi di panico, per motivi dovuti all’andamento familiare anche se questo non spiega perché alcuni componenti della famiglia ne soffrono e altri no.

I motivi principali che portano le persone a soffrire di attacchi di panico sono dovuti a cause psicologiche come periodi di forte ansia e stress che perdurano per oltre sei oppure otto mesi. In questi casi però è molto rilevante anche l’ambiente esterno complessivo che tende a peggiorare la situazione.

I sintomi degli attacchi di panico colpiscono la popolazione dopo l’adolescenza e comunque entro i 30 anni, il periodo nella vita di una persona più soggetto a cambiamenti, che alcuni possono avvertire come eventi traumatici che tendono a scatenare le crisi. Diversi studi inoltre, hanno confermato che le donne sono maggiormente soggette a questa patologia.

Detto ciò, crisi di panico e rimedi: quali sono?

Crisi di Panico Cosa Fare

Come curare le crisi di panico?

crisi di panico cosa fare

Fondamentale nella cura delle crisi di panico è una diagnosi precoce e accurata, che porti il paziente a seguire la giusta cura volta a eliminare tutti i sintomi delle crisi di panico.

Generalmente il trattamento delle crisi di panico è molto efficace e porta alla scomparsa di tutti i sintomi. 

Le crisi di panico, diagnosticate dal medico, vengono curate con psicoterapia e farmaci adeguati, la via verso la guarigione non richiede sempre tempistiche elevate o percorsi sofferti. 

La psicoterapia, aiuterà il paziente a pensare in modo diverso, a reinterpretare nel modo giusto i vari segnali che arrivano dal proprio corpo, per somatizzare al meglio paure e dolori senza lasciarsi schiacciare dalle crisi d’ansia. A poco a poco, i sintomi scompariranno del tutto, quando il paziente saprà reagire diversamente all’ansia e alla paura.

Il medico se lo ritiene opportuno potrà prescrivere al paziente dei farmaci per coadiuvare la psicoterapia. A discrezione del medico, e in base alla gravità della situazione, potranno essere prescritti integratori naturali, oppure il miglior farmaco per curare attacchi di panico.

A prescindere dall’approccio che il medico deciderà di seguire, è molto importante che il paziente non abbandoni la terapia precocemente, in quanto potrebbe incorrere nel rischio di ricadere nella patologia. La via verso la guarigione, sia che si segua la psicoterapia, l’utilizzo di psicofarmaci o entrambi richiede un certo lasso di tempo per avere effetti.

Molto importante per ridurre la possibilità di soffrire di attacchi di panico è seguire uno stile di vita sano, che comprenda un’alimentazione corretta ( i repentini aumenti di zucchero possono scatenare attacchi di panico). È altresì importante anche evitare la caffeina e gli alcolici, praticare regolare di attività fisica e avere un dialogo aperto con amici e parenti.

Lo yoga, pilates e altri metodi di training autogeno sono molto utili nei soggetti che soffrono di crisi e attacchi di panico,poiché riescono a rilassare il soggetto durante la manifestazione di ansia o panico e a insegnare al paziente le modalità di respirazione migliori.

Durante le crisi di panico è importante per reagire, riuscire a rimanere lucidi e ad auto convincersi che i sintomi che si presentano non sono pericolosi per la salute, ma sono solo frutto di uno stato d’ansia, in modo da mettere in dubbio i pensieri negativi sostituendoli con convinzioni più vicine alla realtà e molto più utili per riuscire a raggiungere i propri obbiettivi personali e familiari.

Esistono degli specialisti che aiutano i soggetti che soffrono di crisi d’ansia, a riuscire a controllarsi, insegnando loro particolari tecniche di yoga e respirazione che gli permetteranno di rilassarsi: negli stati di ansia infatti, l’aumento della respirazione e l’iperventilazione aumentano l’intensità dell’attacco di panico, perciò è importante imparare a controllarsi.

E tu soffri di crisi di panico? Come le affronti?