Confucio (cinese 孔夫子 Kǒng FūzǐP, Wade-Giles: K'ung-fu-tzu; 28 settembre 551 a.C. – 479 a.C.) è stato un filosofo cinese. Confucio è stato promotore di un pensiero originale, inedito nel panorama culturale cinese del VI-V secolo a.C.: il suo insegnamento può essere sintetizzato come "il tentativo di elaborare una concezione etica dell'uomo nella sua integralità e universalità", vale a dire che Confucio tentò di fornire una serie di indicazioni relativamente a quale sia il modo migliore in cui l'uomo può condurre la sua esistenza, tenendo conto di tutti gli aspetti più importanti della natura umana. Ciò comportò non soltanto l'individuazione e la ridefinizione del significato di che cosa possa significare di preciso "essere umani", ma anche la proposta da parte di Confucio di un nuovo modello per la realizzazione di sé, giudicato compatibile con l'edificazione di una comunità umana prospera e armoniosa.

Non lasciare che il tuo passato determini il tuo destino

Confucio

La nostra gloria più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarci sempre dopo una caduta

Confucio

Tre sono le amicizie positive, e tre quelle negative. E’ vantaggioso avere un amico sincero, un amico onesto, o un amico con molte conoscenze. E’ svantaggioso avere un amico falso, un amico adulatore, un amico chiac­chierone.

Confucio

Non avere amici che non siano alla tua altezza.

Confucio

Non accettate l’amicizia di chi vi è moralmente inferiore.

Confucio

Non essere amico di qualcuno che pensa di essere meglio di te.

Confucio

È più vergognoso sfidare i nostri amici che essere ingannati da loro.

Confucio