Khalil Gibran (in arabo: جبران خليل جبران‎, Jubrān Khalīl Jubrān; Bsharre, 6 gennaio 1883 – New York, 10 aprile 1931) è stato un poeta, pittore e aforista libanese naturalizzato statunitense. Libanese di religione cristiano-maronita emigrò negli Stati Uniti; le sue opere si diffusero ben oltre il suo paese d'origine: fu tra i fondatori, insieme a Mikha'il Nu'ayma (Mikhail Naimy), dell'Associazione della Penna (al-Rābiṭah al-Qalamiyyah), punto d'incontro dei letterati arabi emigrati negli Stati Uniti. La sua poesia venne tradotta in oltre 20 lingue, e divenne un mito per i giovani che considerarono le sue opere come breviari mistici.

Si deve avere un amico invisibile a cui parlare nelle ore silenziose della notte e durante le passeggiate nei parchi.

Khalil Gibran

E un adolescente disse: Parlaci dell’Amicizia. E lui rispose dicendo: Il vostro amico è il vostro bisogno saziato. È il campo che seminate con amore e mietete con riconoscenza. È la vostra mensa e il vostro focolare. Poiché, affamati, vi rifugiate in lui e lo ricercate per la vostra pace. Quando l’amico vi confida il suo pensiero, non negategli la vostra approvazione, né abbiate paura di contraddirlo. E quando tace, il vostro cuore non smetta di ascoltare il suo cuore: Nell’amicizia ogni pensiero, ogni desiderio, ogni attesa nasce in silenzio e viene condiviso con inesprimibile gioia. Quando vi separate dall’amico non rattristatevi: La sua assenza può chiarirvi ciò che in lui più amate, come allo scalatore la montagna è più chiara della pianura. E non vi sia nell’amicizia altro scopo che l’approfondimento dello spirito. Poiché l’amore che non cerca in tutti i modi lo schiudersi del proprio mistero non è amore, ma una rete lanciata in avanti e che afferra solo ciò che è vano. E il meglio di voi sia per l’amico vostro. Se lui dovrà conoscere il riflusso della vostra marea, fate che ne conosca anche la piena. Quale amico è il vostro, per cercarlo nelle ore di morte? Cercatelo sempre nelle ore di vita. Poiché lui può colmare ogni vostro bisogno, ma non il vostro vuoto. E condividete i piaceri sorridendo nella dolcezza dell’amicizia. Poiché nella rugiada delle piccole cose il cuore ritrova il suo mattino e si ristora.

Khalil Gibran

Il vostro amico è i vostri bisogni esauditi.

Khalil Gibran

L’amicizia con l’ignorante è cosa non meno sciocca che il ragionare con un ubriaco.

Khalil Gibran

Se vi separate dall’amico, non addoloratevi, perché la sua assenza vi illuminerà su ciò che in lui amate.

Khalil Gibran

Non cercare l’amico per ammazzare il tempo; cercalo per vivere le tue ore al massimo.

Khalil Gibran

Gli uomini che non perdonano alle donne i loro piccoli difetti mai potranno godere delle loro grandi virtù

Khalil Gibran

Molte donne hanno preso in prestito il cuore di un uomo, ma poche sanno possederlo

Khalil Gibran

Quando l’amore vi chiama seguitelo. Benché le sue vie siano ardue e ripide

Khalil Gibran

Amatevi l’un l’altro, ma non fate dell’amore un’alleanza che vi incateni. Riempite ciascuno la coppa dell’altro, ma non bevete solo da una stessa coppa. Mettetevi fianco a fianco, ma non troppo vicini. Perché la quercia non si rialza all’ombra del cipresso

Khalil Gibran

Non crediate di guidare l’amore, poiché se l’amore vi ritiene degni, è lui che vi guida

Khalil Gibran

Ascolta la donna quando ti guarda, non quando ti parla

Khalil Gibran

Se guardi in cielo e fissi una stella, se senti dei brividi sotto la pelle, non coprirti, non cercare calore, non è freddo ma è solo amore

Khalil Gibran

La bellezza non è nel viso, è nella luce del cuore

Khalil Gibran

I vostri cuori conoscono in silenzio i segreti dei giorni e delle notti

Khalil Gibran

L’Amore è un sospiro dal profondo dei mari dei sentimenti, una lacrima dal cielo del pensiero, un soave sorriso dal campo dell’anima

Khalil Gibran

Quando la mano di un uomo tocca la mano di una donna, entrambi toccano il cuore dell’eternità.

Khalil Gibran

È sempre accaduto che l’amore abbia ignorato quanto fosse profondo fino al momento del distacco.

Khalil Gibran