Manuale di autodifesa per maschi

Manuale di autodifesa per maschi: Come sopravvivere agli attacchi quotidiani di una donna che non comprende il perché vi soddisfi tanto bere una birra dalla bottiglia piuttosto che dal bicchiere?

Chi ha detto che solo le donne devono seguire dei corsi di autodifesa? Anche l’uomo deve difendersi, certo, da un altro genere di attacco, non parliamo di violenza fisica vera e propria, ma di una tipologia di attacco altrettanto spaventoso. Le donne hanno innumerevoli pregi, ma anche tanti difetti, uno su tutti? Il non pensare come un uomo. Nella maggior parte dei casi le donne tendono ad insegnare all’uomo come si sta al mondo, come farlo e perché, poiché sembra quasi che l’uomo non abbia capito come farlo, o meglio non abbia capito come farlo a modo come lo farebbe una donna. Il sottobicchiere, la cesta dei panni sporchi, la tavoletta del bagno tirata su ad ogni pit-stop, sembrano essere abitudini che una donna ritiene vitali ed imprescindibili quasi si aspettasse di trovarle nel DNA del partner ma l’uomo…no! Come fare allora per sopravvivere alla guerra quotidiana del dentifricio premuto per metà? Vi proponiamo un testo che potrà aiutarvi nel gestire queste piccole crisi quotidiane e magari riderci anche un po’su.

È evidente che l’uomo ormai è una specie in via d’estinzione. Più del panda gigante. Più della tartaruga Caretta Caretta. Ma se contro la dittatura del bon ton il WWF non può nulla, Paul de Sury sì.

Un contro­galateo pensato appositamente per quegli uomini stanchi di essere bacchettati da donne saccenti che pretendono di fargli bere la birra nel bicchiere invece che direttamente dalla bottiglia, o di rinunciare a una finale di pallone per ascoltare la tristissima storia del gattino morto della loro migliore amica…

Paul de Sury è l’uomo che ha detto BASTA! Basta al plotone di “maestrine” che pretendono di insegnargli come stare al mondo, oltre che a tavola, in salotto e perfino sotto le lenzuola… Ecco finalmente tutti i trucchi e le strategie più astute per rispedire educatamente al mittente un ridicolo stile di vita senza finire a dormire in macchina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.