L’Amore Si Impara Leggendo

L’Amore Si Impara Leggendo: Si può imparare ad amare leggendo un libro? Scopritelo nel nuovo libro della settimana.

Ma si può davvero imparare ad amare leggendo un libro? I più scettici diranno che no, nessun libro può arrogarsi il diritto di insegnare un sentimento, l’amore o si prova o no, e certamente questo è vero ma in realtà gli autori del libro di questa settimana si sono chiesti se l’amore descritto nelle più belle pagine della letteratura può istruire il lettore sulle dinamiche dell’amore, per poter prendere esempio dagli eroi e dalle eroine letterarie ed evitare così di sbagliare, proprio come i più celebri protagonisti fanno nel loro mondo di carta e inchiostro. Dunque sarà facile riconoscersi nei personaggi che come tutti noi nella vita reale amano e sbagliano, il bello per noi è che possiamo imparare dai loro errori per cercare di vivere l’amore in modo perfetto, il nostro.

“Un libro vero non è quello che si legge, ma quello che ci legge”, diceva W. H. Auden. E aveva maledettamente ragione. Perché ogni pagina si adatta alla nostra storia, riflette i nostri sentimenti, ci restituisce quello che siamo e che abbiamo vissuto, ci ricorda come un monito le conseguenze dei nostri limiti. Ma se i libri svelano i problemi, per fortuna racchiudono anche le soluzioni.

Forti di questa convinzione, testata in anni di esperienza come librai e libroterapeuti, Beatrice Dorigo e Massimo Minuti ci guidano in questa divertente (ma serissima) educazione sentimentale e letteraria. Sfogliando classici e chick lit, letteratura per ragazzi e per signore, bestseller intramontabili e piccole perle da scoprire, ci aiutano a focalizzare gli errori più comuni di ogni rapporto amoroso (di carta e non) e ci suggeriscono come trovare la nostra personale risposta.

Spesso i comportamenti sbagliati nascono da una mancanza di autostima (sfogliate Jane Austen…), da paure del nostro passato (e chi meglio di Stephen King può aiutarci a combatterle?), dall’ansia di essere abbandonate (ma dopotutto domani è un altro giorno), da vivere una vita che non ci assomiglia (chiamate zia Mame).

Attraverso stimoli alla lettura e una riflessione guidata, questo libro ci porta a scoprire, pagina dopo pagina, giorno dopo giorno, la storia più bella: quella che ancora deve essere scritta. La nostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.