Falli Soffrire 2.0 – La Versione Aggiornata

Falli Soffrire 2.0 – La Versione Aggiornata: Se è vero che gli uomini preferiscono ‘l’Altra’, come fare per correre ai ripari?

Alzi la mano chi non è mai stata tradita, lasciata, o anche solo messa da parte per “l’Altra” di turno. Se avete alzato la mano o siete la donna fortunata che ha trovato l’uomo perfetto (e vi suggeriamo di tenervelo stretto) oppure siete “l’Altra”; se invece non avete alzato la mano, ahivoi, siete tra color che non si spiegano come mai alla totale devozione, sincera ammirazione e incondizionato amore lui ha preferito “l’Altra”, che non c’è mai, che non lo coccola, non lo vizia, che non lo considera, né si occupa di lui, che non lo ama, in poche parole che lo fa soffrire. L’autrice del libro di questa settimana sostiene che all’uomo non piaccia sentirsi arrivato, che preferisca continuamente stare sul filo del rasoio piuttosto che comodamente seduto sul divano abbracciato a chi lo ama veramente, allora, come evitare che “l’Altra” si insinui nel vostro ménage? Semplice, diventare voi “l’Altra” e facendolo “soffrire”. La domanda che viene da porsi però è: voi, volete davvero farlo soffrire?

Almeno una volta nella vita è successo a tutte. Pomeriggi passati tra i fornelli a preparare fantastiche cenette per il nostro principe azzurro. Mesi di noiosissime partite in televisione, di giornate con gli occhi appiccicati al cellulare in attesa che chiami. Disponibili, carine, presenti. E lui cosa fa? Ci molla. Per una che al massimo sa cucinare popcorn, non si fa mai trovare, si concede una volta sì e tre no. Una “stronza”, in poche parole.

E se invece fosse una che ha capito tutto? Perché dobbiamo prendere atto una volta per sempre di una verità sacrosanta: agli uomini le “stronze” piacciono, eccome. Loro amano chi li fa stare sulle spine, chi dà loro la sensazione di non aver vinto completamente la battaglia, chi garantisce “stimolo intellettuale”.

Insomma agli uomini un po’ piace “soffrire”. Quindi, tanto vale imparare le regole del gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.