L’Amore È un Gioco

L’Amore È un Gioco: L’Amore può essere un gioco?

Sembra davvero strano definire l’Amore un gioco, ma forse è vedendolo così che si potrà un po’ smitizzarlo, renderlo meno irraggiungibile agli occhi di chi lo cerca e non lo trova, come fosse il Santo Graal o la mitica Atlantide. Il testo che ci propone l’autore di oggi, Giovanni Nanfa professore e attore comico, vuole mostrare il lato ludico del gioco dell’amore e della seduzione. L’Amore in realtà è un bellissimo gioco di strategia, dove non è solo importante fare la mossa giusta al momento giusto, ma anticipare le mosse dell’altro stupire il partner quando meno se lo aspetta, un po’ come Risiko o come Tetris bisogna scegliere il momento giusto per conquistare e il pezzo perfetto che combaci con gli altri se vogliamo completare il puzzle del cuore.

“L’unica cosa che non cambierei di questo manuale è il tito­lo, non solo perché rappresenta la chiave di lettura di tutto il testo, ma perché immagino i commenti di chi si troverà davanti la copertina con su scritto L’amore è un gioco.

Prevedo la riflessione del single depresso: “lo non ho mai fatto neppure un ambo giocando a tombola a Natale, figu­rati se becco una donna!”. Lo scettico: “L’ho sempre detto che non è una cosa seria”. Lo sciupafemmine: “Sante paro­le! È bello il gioco quando dura poco”. Il reduce da una sto­ria finita male: “Diciamo pure gioco d’azzardo”. Il cittadino scontento: “Vuoi vedere che c’è di mezzo l’agenzia delle entrate!”. L’elettore di centrodestra: “Finalmente un libro che dimostra che Lui non è malato”.

Questo libro nasce dalla convinzione che l’amore sia una costruzione che ha alla base un gioco di strategia nel quale, a partire dal primo incontro, ogni mossa dei partner rappresenta il tentativo di prendere in giro la realtà.

Ogni volta che ci innamoriamo, forse, proviamo a cambiare il mondo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.