Fate famiglia!

Fate famiglia!: Nel libro della settimana Lucia Rizzi ci dona utili consigli per una serena e armoniosa convivenza familiare

Vivere sotto lo stesso tetto rappresenta per certo una scommessa, un punto da cui si comincia a costruire con numerosi buoni propositi e in cui spesso ci si perde a causa di futili litigi. Se è vero che “l’amore non è bello se non è litigarello”, gli scontri fra coniugi e fra genitori e figli sono all’ordine del giorno e, se non controllati, contribuiscono a minare l’armonia familiare. Dalla penna di Lucia Rizzi ecco un prontuario utile ad insegnare e ad esercitare il quieto vivere del microcosmo familiare.

Presentazione del libro

Nella nostra società la famiglia è la dimensione fondamentale in cui l’individuo nasce, si forma, ama, acquisisce consapevolezza e si realizza nella sfera privata. Ciononostante, la vita fra le mura domestiche diventa spesso un cammino faticoso e accidentato, quando non una vera e propria guerra, in cui tutti combattono contro tutti. Tensioni latenti, malumori e litigi, recriminazioni velenose compromettono quell’atmosfera di complicità affettuosa e di spontanea e disinteressata collaborazione che dovrebbe dominare in ogni casa. In altre parole, guastano la felicità della famiglia. Ma si può fare qualcosa per risolvere o addirittura prevenire i conflitti? Certo, ogni nucleo ha le proprie peculiarità, però esistono situazioni ricorrenti che, sostiene Lucia Rizzi in questo nuovo libro dedicato alle dinamiche dell’intera famiglia, basta analizzare e affrontare correttamente per volgerle sempre in positivo. Con l’approccio pratico che le è consueto, la tata più famosa d’Italia inizia con l’insegnarci come riconoscere i segnali che fanno capire a una coppia se è davvero pronta per mettere su famiglia (qualora non lo sia, meglio evitare!). Rivolgendosi poi ai nuclei già formati, con uno o più figli, con genitori conviventi e non, offre consigli preziosi, corredati da esempi e da esercizi divertenti, per favorire un buon funzionamento delle relazioni quotidiane. Si imparano così diverse strategie per comunicare in maniera adeguata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.