Amare oggi

Amare oggi: Nella società di oggi è ancora possibile credere nell’amore sincero e pensare di basare su di esso i nostri progetti di vita? Scopriamolo con il libro di questa settimana.

Troppo rumore nella società di oggi ci spinge a distrarci, ad allontanarci spesso da quelli che sono i veri sentimenti, dall’amore sincero che ci lega al partner e alle persone più care. All’interno del libro che vi proponiamo questa settimana, gli autori si soffermano sulle avversità attuali in cui può incorrere chi crede davvero nell’amore e sulle modalità da attuare per comprendere che qualcosa di vero, in due, si può ancora costruire.

E che cosa si spera, se non si spera nell’amore? Forse per questo san Paolo dice, nella prima lettera ai Corinti: “Queste tre cose rimangono: la fede, la speranza e l’amore. Ma la più grande di tutte è l’amore”. Eppure oggi la parola amore sembra spenta, stanca, usata in troppi contesti e ritrita in mille occasioni. Il gesto di amare, un gesto a cui ancora si anela e si vorrebbe credere, sembra perdersi in qualcosa di piccolo e individualistico, che non raggiunge davvero l’altro e non si fa raggiungere. Come la chiacchiera in un treno senza scompartimenti, dove tutti sono presenti ma non si riesce a parlare con nessuno; come le nostre parole interrotte da telefonate, messaggi, troppe altre parole. Tuttavia amare è possibile, anche oggi, almeno è possibile correrne il rischio. Per fare questo però si devono annodare i fili di una storia, costruire storia insieme agli altri, sulla stessa strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.