Storie d’amore

Storie d’amore: Nel libro di questa settimana si parla di amore nel senso più ampio del termine, per comprendere insieme il sentimento che più di tutti muove il mondo.

L’amore è spesso sinonimo di contraddizione, di sentimenti irrisolti, di emozioni lasciate a metà. Lo sa bene l’autrice del libro che vogliamo porre alla vostra attenzione questa settimana: si tratta di Julia Kristeva, psicanalista francese che ha deciso di mettere nero su bianco la sua visione dell’amore mescolata alla sua esperienza e a concreti richiami al mondo della letteratura. L’amore viene qui analizzato nel senso più ampio del termine, come motore che muove ogni cosa, come fonte di grandi sofferenze ma anche di grandi gioie.

“Essere una psicoanalista significa sapere che tutte le storie finiscono per parlare d’amore“. Julia Kristeva spiega così l’origine di questo libro, ormai divenuto un classico. Il dolore che i pazienti confessano è sempre generato da una mancanza d’amore, sia essa presente o passata, reale oppure immaginaria. E se una possibilità c’è, per chi si pone all’ascolto, di intercettare e intendere questa sofferenza, essa è legata solo alla scelta di condividere quel senso di smarrimento che l’amore sempre mette in scena, dando così all’altro la possibilità di comporre il senso della propria avventura. “Storie d’amore” si confronta così con tutte le forme dell’amore: dall’agape cristiana all’amore sessuale, dall’amore fraterno a quello dei genitori verso i propri figli. Kristeva analizza quale sia la natura di questo sentimento, tanto vasto e universale, attraverso le sue molte manifestazioni: da Platone a san Tommaso, da Romeo e Giulietta a Don Giovanni, dai trovatori a Stendhal, dalla Madonna a Baudelaire o a Bataille. L’amore come figura delle contraddizioni insolubili, laboratorio del nostro destino: come se tutta la storia umana non fosse che un immenso e permanente transfert. Un’appassionata difesa dei sentimenti in un discorso che a partire dal metodo della psicoanalisi attraversa il pensiero, la letteratura, l’arte dell’Occidente, arrivando al cuore di tutti noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.