Categorie
Notizie

Pandemia da Covid: ecco il nuovo profilo dell’italiano medio

Con l’avvento della pandemia è sorta un’ampia gamma di sfumature a livello di personalità, in particolar modo nella gestione dell’ordine in casa.

Le abitudini degli italiani sono cambiate repentinamente e si sono adeguate alle nuove regole di prevenzione dettate dalla politica sulla salute pubblica.

Una nuova indagine condotta on line ha individuato dei profili italiani, scaturiti dall’esigenza di sopravvivere al cambiamento e all’emergenza sanitaria globale.

I risultati dell’indagine hanno evidenziato come il 71% degli intervistati crede che le case ordinate e minimal tendano a trasmettere maggior benessere, eliminando, dunque, ciò che è vecchio per lasciar posto al nuovo.

I più giovani risultano i più attenti in termini di ordine della casa, dato che il 35% sa a cosa si riferisce con decluttering e l’85% crede che per vivere una vita migliore bisogna liberarsi di tutto ciò di cui non si ha bisogno.

Coloro che vogliono impegnarsi in questa pratica, la svolgeranno prevelantemente in primavera, con lo scopo di liberarsi di tutte le cose superflue.

Una parte molto piccola degli intervistati, ovvero il 10%, si definisce un minimalista seriale, credendo fermamente che propria casa non sia niente di inutile.

Mentre, per quanto riguarda gli accumulatori, questi compongono il 45% degli intervistati, i quali non si sognerebbero mai di buttare i propri oggetti, dato che potrebbero sempre servire in futuro.

La cosa che accomuna l’italiano medio sembra essere proprio la voglia di ordine e di normalità. Non credete?