Categorie
Tendenze

Rimozione Tatuaggi, 3 Tecniche Possibili per Eliminarli Definitivamente

Oggi si parla spesso di rimozione tatuaggi, dovuta ad uno sbaglio del passato o per esigenze lavorative. Ma come eliminarli? Ecco qualche suggerimento

Il tema della rimozione tatuaggi è sempre più frequente in quanto, molto spesso, i giovani ragazzi o innamorati decidono di farsi tatuare la pelle in un impeto di emotività di cui si pentono qualche anno più tardi.

Per ovviare a questo problema ed eliminare un tatuaggio in maniera definitiva esistono diversi metodi, alcuni più efficaci di altri.

Per capire come farlo è bene cercare tutte le rimozioni tatuaggi opinioni e considerare se sia un’idea fattibile oppure se bisogna convivere con il proprio tatuaggio.

In questa guida quindi, vedremo vari meditodi pratici su come rimuovere un tatuaggio.

Come Eliminare un Tatuaggio

Uno dei dubbi più sentiti dalle persone che vogliono cancellare il tattoo è quello di capire quanto costa eliminare un tatuaggio, in quanto le cifre di alcune tecniche possono essere da capogiro. In base alla tipologia e metodica utilizzata per la rimozione, bisognerà parlare di svariate centinaia di euro per tatuaggi piccoli e fino a mille o più per tatuaggi molto grandi.

come eliminare un tatuaggio

Ovviamente alcuni di questi pagamenti possono essere rateizzati mensilmente, come ad esempio nel caso del laser, in quanto le sedute hanno quasi un mese di distanza l’una dall’altra.

Se il tatuaggio è davvero qualcosa che si vuole cancellare non c’è pagamento che tenga, l’unico desiderio è ritornare a vedere la propria pelle nuda e integra, senza quel brutto ricordo.

Per alcuni casi potrebbe anche essere una scelta dovuta a una questione lavorativa visto che per operare nelle forze armate è necessario non avere tatuaggi visibili per superare le fasi iniziali, quindi perché rovinare il proprio futuro per una sciocchezza del passato?

Molto spesso i tatuaggi sono talmente piccoli che possono essere eliminati davvero rapidamente come nel caso del tatuaggio alle sopracciglia. La tecnica del microblading è molto comune oggi, diverse estetiste si sono formate e specializzate in questa tecnica perché le donne amano avere ciglia folte e definite. Le sopracciglia tatuate però potrebbero non risultare perfette agli occhi della cliente che si ritroverebbe quindi con un tatuaggio vero e proprio da rimuovere.

Eliminare il tatuaggio sopracciglia è semplice ma potrebbe essere doloroso a causa della zona particolarmente delicata. Anche in questo caso si seguiranno tutte le metodologie legate al mondo dei tattoo, in primis il laser che penetra in profondità e distrugge le particelle del tatuaggio, anche Angelina Jolie cancellò le proprie sopracciglia tatuate guadagnandone ulteriormente in bellezza. In seconda istanza c’è la depigmentazione delle sopracciglia in modo che appaiono di un colore più chiaro, perlopiù utilizzato da tutte quelle donne che hanno fatto un tatuaggio alle sopracciglia completamente nero o monocolore, privo di qualsiasi sfumatura, e che vogliono dare un tocco più naturale al loro sguardo. In questo caso ci sarà un nuovo tatuaggio effettuato sulle sopracciglia per applicare il pigmento più chiaro.

È possibile anche utilizzare il make up per coprire eventuali errori nella forma delle sopracciglia tatuate anche se il risultato potrebbe non essere coerente con le proprie esigenze, oltre a essere un metodo temporaneo.

Rimuovere tatuaggio appena fatto: per eliminare un tatuaggio appena fatto è necessario aspettare almeno tre mesi prima di procedere in quanto la pelle deve cicatrizzarsi e ripristinare la sua integrità. Inutile procedere a tentativi di rimozione anche casalinghi in quanto si corre il rischio di infettare la pelle e provocare vesciche e ascessi, senza nemmeno risolvere la situazione. Il periodo migliore per rimuovere il tatuaggio è in autunno o inverno, senza abbronzatura.

Rimuovere tatuaggio naturalmente: non esiste un metodo realmente funzionante per rimuovere un tatuaggio in maniera naturale. Continuando a leggere l’articolo ne capirete il perché.

Un altro quesito che si pongono le persone tatuate che vogliono rimuovere un mostro sulla loro pelle è quanto sia difficile eliminare un tatuaggio nero rispetto alla rimozione tatuaggi colorati. In realtà, è difficile parlare di un risultato generalizzato in quanto dipende dalle dimensioni, dai pigmenti utilizzati dal tatuatore e dalla profondità del tatuaggio. Solitamente quello nero è più semplice da eliminare in quanto il colore ha una pigmentazione più debole rispetto a quelli colorati, specialmente quelli blu, verdi e viola. Alle volte quelli colorati potrebbero anche non togliersi mai dalla pelle, finendo con il lasciare una sfumatura che alcuni preferiscono coprire con un nuovo tatuaggio piuttosto che lasciare un’idea di qualcosa di incompiuto.

Le tecniche rimozione tatuaggi sono diverse, tralasciando quelle più antiche ed aggressive che puntano alla dermoabrasione, le più efficaci sono:

Quest’ultima intesa come un coprire un vecchio tatuaggio e non cancellarlo dalla pelle, scelto in extremis qualora le tecniche di rimozione non riuscissero nel loro intento.

Ognuna di esse ha una propria tempistica ed è difficile parlare di rimozione tatuaggi quante sedute, in quanto potrebbero volercene una così come trenta, a seconda della difficoltà, della grandezza del tatuaggio e della presenza di un segmento fortemente aggressivo. Per farsi una piccola idea riguardo all’efficacia di questi metodi è possibile cercare rimozione tatuaggi risultati sul web, così da vedere i prima e dopo dei professionisti e scegliere in totale fiducia.

Quando ci si sente pronti a fare questo passo, non bisogna considerare solo la rimozione tatuaggi costo ma anche l’eventuale presenza di cicatrici post-trattamento. Alcuni potrebbero pensare che non vale la pena lasciare un segno indelebile sulla propria pelle per cancellare un altro segno indelebile ma il discorso è molto più ampio. C’è chi vuole eliminare un ricordo doloroso come il nome di un ex e chi lo fa per poter lavorare tranquillamente. In ogni caso, la questione rimozione tatuaggi e cicatrici deve essere presa in considerazione prima di scegliere la metodica da attuare: il consiglio è optare per il laser così da minimizzare l’eventuale presenza di segni.

La rimozione tatuaggi fai da te è assolutamente sconsigliata, in primis perché le probabilità di riuscita sono davvero irrisorie; negli anni addietro le persone pensavano che consumando la pelle strofinando del sale, il tatuaggio sarebbe stato sarebbe andato via. In realtà con questo metodo si provoca solamente tanto dolore, un altissimo rischio di infezioni e una semplice sbiaditura del tatuaggio in quanto esso penetra talmente in profondità che è impossibile arrivarci manualmente. La rimozione tatuaggi funziona solamente quando operata da specialisti del settore, tutti gli altri metodi è bene evitarli così da non peggiorare la propria situazione.
Per quanto riguarda la rimozione tatuaggi e dolore, in realtà questa sensazione è molto più leggera rispetto a quello del tatuaggio in sé, senza considerare che la maggior parte delle tecniche utilizzano anestetico locale oppure vengono fatte in sedute di pochissimi minuti che rendono la resistenza al dolore fattibile.

Come già specificato sopra sul come togliere un tatuaggio senza laser e per eliminare tatuaggi senza laser, si può ricorrere alla chirurgia o alla cover up.

Rimozione Tatuaggi Laser

Con il laser rimozione tatuaggi si intende quella tecnica che utilizza un dispositivo laser a nanosecondi per frantumare i pigmenti del tatuaggio e rimuoverli.

rimozione tatuaggi laser

In realtà questa metodica risulta antica in quanto i nuovi tatuaggi sono molto più articolati rispetto a quelli del passato, specialmente quelli colorati e caratterizzati da tonalità color pastello.

Il laser a nanosecondi non riesce proprio riconoscerli, né a individuarli; di conseguenza, rimangono lì. Anche alcuni tatuaggi neri tendono a sbiadirsi ma non a essere eliminati del tutto, rendendo il laser un fallimento.

Per ovviare a questo problema è bene affidarsi a un dermatologo che utilizza laser più aggiornati e moderni come il laser a picosecondi che lavora con tre lunghezze d’onda. In questo modo si riuscirà a eliminare anche colori come il rosso, l’azzurro, il verde e i neri più intensi.

Prima di scegliere il professionista a cui rivolgersi per la cancellazione è necessario fare una ricerca preventiva per capire chi sia il migliore. La cancellazione presenta degli effetti collaterali perciò è bene cercare un sito di riferimento e controllare la rimozione laser tatuaggi prima e dopo

E a proposito di rimozione tatuaggi laser effetti collaterali, chi si sottopone al laser a picosecondi non ha alcun tipo di controindicazione, tutt’al più si possono avere dei piccoli rossori e gonfiori temporanei nella zona di interesse, legati soprattutto al processo di deframmentazione del pigmento e guarigione, ma non si tratta comunque di qualcosa a lungo termine.

Riguardo alla rimozione tatuaggi laser e rischi, sottoponendosi a un trattamento in uno studio professionale non si avrà alcun tipo di problema grazie alla massima igiene e protezione durante il conseguimento del dell’operazione. La durata è variabile e proporzionale alla grandezza del tatuaggio e della qualità del pigmento; in linea generale, bisogna considerare che ci vogliono più sedute intervallate da 30-40 giorni e al prezzo di circa cento euro l’una. Avere questo margine così ampio permetterà di dilazionare il pagamento in modo da non avere un un costo troppo eccessivo da pagare in una sola tranche.

Rimozione Tatuaggi Chirurgia

La rimozione tatuaggi chirurgia plastica è una tecnica che prevede la rimozione del tatuaggio in una sola seduta.

Il chirurgo provvederà a effettuare un’anestesia locale, rimuovendo la pelle tatuata per poi cucirne i lembi. In realtà questa tecnica invasiva è consigliata solo in caso di tatuaggi molto piccoli, in quanto tendente a lasciare cicatrici sulla pelle.

Il consiglio è quello di ricorrere alla chirurgia quando si ha davvero una piccola rosellina o una letterina e si ha a disposizione un migliaio di euro per poterlo fare dato che è una metodica davvero molto costosa perché bisogna affittare la sala operatoria, il chirurgo, l’anestesista e tutto lo staff.

Un dermatologo saprà sicuramente consigliare l’effettiva idoneità del caso oppure indirizzare a una strategia alternativa.

Crema Rimozione Tatuaggi

Alcuni siti offrono una crema rimozione tatuaggi: quest’ultima va a operare un’abrasione sugli strati superficiali della pelle creando un rossore e una letterale caduta dell’epidermide, proprio come se fosse una scottatura.

In realtà questa tecnica è davvero molto dolorosa e non si è sicuri della sua efficacia (sempre per le questioni soggettive e uniche del tatuaggio in sé).

È difficile quindi dire se la crema rimozione tatuaggi funziona oppure si tratti solamente di un prodotto inutile. L’idea è di cercare recensioni sul web di persone che l’hanno già acquistata in modo da saggiarne l’efficacia.

Ti sei mai pentito di un tuo tatuaggio e perché?