Categorie
Consigli

Crisi di Coppia: Cos’è e Come Superarla

Tutte le relazioni affrontano delle sfide inaspettate e momenti di crisi dai quali, solo imparando a conoscerne ogni aspetto, si può uscirne senza troppi graffi. Ecco come superare una crisi di coppia

Crisi di Coppia: Cos’è?

Da un punto di vista prettamente nozionistico una crisi di coppia non è nient’altro che un momento di criticità più o meno temporaneo che può verificarsi e incidere notevolmente sulle dinamiche interne relazionali.

E se la definizione di per sé non è particolarmente complicata, lo stesso non si può dire delle relazioni vere e proprie.

La verità è che un rapporto di coppia è un’entità decisamente mutevole nel tempo, l’amore e l’affetto che fanno da collante possono assumere forme nuove e trasformarsi durante la relazione ed è proprio per questo che è necessario mantenerle vive.

Quando ciò non avviene ecco che il rapporto entra in crisi e tutte quelle piccole criticità o difetti personali del partner diventano ostacoli apparentemente insormontabili con tutto ciò che ne consegue.

Ma analizziamo quindi quali sono i segnali ed i sintomi che portano ad una crisi di coppia.

Prosegui la lettura!

Crisi di Coppia: Sintomi, Segnali e Motivi

Ma cosa causa una crisi di coppia? Quali sono i motivi che possono far deflagrare una relazione apparentemente stabile e quindi i sintomi di una crisi di coppia?

Crisi di coppia sintomi

Per rispondere alla domanda è necessario, prima di tutto, fare una netta distinzione tra quelli che possono configurarsi come motivazioni interne o esterne.

Tra le prime sicuramente rientrano aspetti come:

· La forza dell’abitudine

· La routine quotidiana

· La perdita di passione di uno dei partner

· La mancanza di attenzione

Sono tutti piccoli ma fondamentali dettagli che però riguardano esclusivamente la coppia in sé, non c’è una componente esterna a destabilizzare l’equilibrio raggiunto.

Discorso differente quando invece si prendono in considerazione le motivazioni esterne tra cui avremo:

· Delusioni

· Tradimenti

· Bugie

Tutti aspetti che solitamente coinvolgono un aspetto esterno alla coppia e favoriscono la lenta distruzione del rapporto originario.

Com’è ovvio dedurre, questo cataclisma emotivo che impatta sulla coppia tende a manifestarsi con una sintomatologia ben precisa.

Ma quali sono questi segnali di una crisi di coppia? Si può imparare a riconoscerli?

Diciamo che generalmente la maturità in tal senso aiuta e una coppia più rodata avrà sicuramente più familiarità nel riconoscere le prime avvisaglie di crisi, nonostante ciò esistono alcuni sintomi così evidenti che è davvero difficile ignorare.

Quando si smette di avere un reale interesse per la vita dell’altro, la sensazione di non essere capiti aumenta di giorno in giorno, i rapporti sessuali scemano sempre di più e ci si sente da soli anche quando si è in coppia, ecco questi sono tutti segnali evidentissimi di un rapporto che ha già cominciato a logorarsi dall’interno ed è bene sbrigarsi se si vuole tentare di recuperarlo.

Ma come agire in caso di una crisi di coppia? Continua a leggere per scoprirlo!

Crisi di Coppia: Come e Quando Superarla

Fortunatamente esistono delle soluzioni per risolvere la crisi di coppia ma prima di pensare a cosa fare concretamente è senz’altro opportuno stabilire delle tempistiche.

Perché alla fine spesso è proprio il tempo uno dei nemici più grandi, si aspetta fino a quando la situazione ormai non è più recuperabile o si agisce troppo impulsivamente con il risultato d’incancrenire quelle che erano solo piccoli campanelli d’allarme.

Quando bisogna agire per far sì che le cose possano andare nel migliore dei modi possibili e quando superare una crisi di coppia? Semplice, quando si è fatta un’analisi profonda e soprattutto sincera di sé stessi e di tutti quegli aspetti che cambiando hanno portato le prime criticità nella relazione.

Solo dopo una profonda e spietata analisi di ciò che si sta attraversando si potrà finalmente agire e il momento esatto è quello in cui si risponde positivamente a una semplice domanda: Vale ancora la pena battersi per mantenere vivo il rapporto? Se una risposta positiva viene data senza alcun’orma di dubbio, allora significa che è l’attimo perfetto per giocare le proprie carte.

Ovviamente le cause principali della crisi di coppia scatenanti andranno individuate il più presto possibile, non si può risolvere una crisi se non si ha nemmeno ben chiaro cosa l’ha causata.

Il primo passo da compiere per risolvere i problemi all’interno della coppia è quello di eliminare alla radice tutte quelle emozioni negative e quei pensieri cupi che non fanno altro che appesantire un’atmosfera già sin troppo ombrosa, occorre ritrovarsi e ritrovare quelle sensazioni di gioia e amore per il compagno o la compagna e per sé stesso così luminose all’inizio del rapporto.

Successivamente si potrà passare alla fase della condivisione. Un rapporto in crisi non può essere risolto unilateralmente, serve necessariamente la collaborazione del partner ed è nella comunicazione sincera che si può trovare un alleato formidabile.

Scegliere di amare e amarsi e comunicare sempre sono i capisaldi di un rapporto felice.

Vi sono però dei casi in cui è bene interrompere la relazione.

Analizziamo quindi…

Crisi di Coppia: Quando Lasciarsi

Nonostante tutti gli sforzi intrapresi, però, può capitare che ci si lasci comunque e che soprattutto in seguito ci si renda conto della bontà della scelta.

Crisi di coppia quando lasciarsi

Ma quando è bene lasciarsi in una crisi di coppia?

Ritornando per un attimo alla differenza tra cause interne o esterne, è ovvio come la presenza di una terza figura all’interno di un rapporto possa essere considerata come un’occasione più che legittima per giustificare un allontanamento.

Un ulteriore motivo può essere ricercato nella mancanza ormai totale di fiducia a causa di comportamenti pregressi e/o attuali. E’ davvero difficile che un rapporto possa funzionare se i partner non godono di reciproca fiducia e in questi casi, piuttosto che trascinarsi in una relazione morente, è certamente più salutare lasciarsi.

Un ottimo motivo per allontanarsi dal partner è quando la propria autostima e la propria felicità sono messe quotidianamente in discussione e tendono ad assomigliare sempre più a ricordi lontani. Amare significa essenzialmente vivere di felicità e quando questa viene a mancare è inutile cercare di rievocarla, soprattutto se dall’altra parte non c’è alcuna collaborazione.

Ovviamente poi possono esserci situazioni ben più gravi come nei casi di violenza fisica e/o psicologica, ma in quei frangenti, oltre a doversi immediatamente rivolgere alle autorità preposte, è bene allontanarsi il più in fretta possibile senza nemmeno tentare una riappacificazione.

E nel caso vi siano dei figli? Prosegui la lettura!

Crisi di Coppia: Come Affrontarla in Caso di Figli

Si sa, una crisi di coppia non è mai una passeggiata, ma non lo è soprattutto quando si hanno dei figli che inevitabilmente si troveranno in mezzo a una situazione non molto piacevole.

Come bisogna affrontare una crisi di coppia se si hanno dei figli, soprattutto se piccoli?

Sicuramente esistono degli atteggiamenti che sarebbe controproducente tenere, tra cui:

· Fingere che non ci sia alcun problema

· Minimizzare le eventuali discussioni o litigi

· Affrontare discussioni di natura profondamente personale in loro presenza

· Far ricadere su di loro le presunte colpe

· Renderli partecipi dei litigi

· Evitare di comunicare

· Rivalersi su di loro a causa dello stress accumulato

· Allontanarli fisicamente ed emotivamente


Cosa invece è opportuno fare:

· Dare il buon esempio mostrandosi maturi e positivi

· Rassicurarli riguardo l’amore e l’affetto nutriti per loro

· Renderli consapevoli dell’esistenza delle difficoltà, seppur temporanee

· Mantenere l’autorità genitoriale

· Comunicare con sincerità e rispetto reciproco

Ma sicuramente ti starai chiedendo…

Quanto può Durare Una Crisi di Coppia

Chiedersi quanto può durare una crisi di coppia o interrogarsi sugli eventuali scenari futuri è più che altro un esercizio di stile fine a sé stesso che qualcosa con una reale utilità.

Quanto può durare una crisi di coppia

Questo perché le dinamiche che muovono le relazioni sono ogni volta uniche nel proprio genere e di conseguenza non è possibile stilare un modello comportamentale comune in cui tutti possono o devono rispecchiarsi.

Certamente esistono fattori che possono influenzare notevolmente la durata di una difficoltà relazionale favorendo la conclusione in un modo o nell’altro, positivo o negativo.

Il desiderio e la voglia di riparare i cocci infranti sono essenzialmente gli aspetti principali in grado di accelerare o abbreviare un’eventuale rottura o riappacificazione. E’ essenziale che entrambi i partner abbiano una condivisione d’intenti senza la quale sarà veramente difficile sperare in un lieto fine.

Le crisi di coppia possono durare qualche giorno, ma anche mesi, in alcuni casi addirittura anni trascinandosi stancamente in ripicche e accuse reciproche giornaliere che finiscono per uccidere ogni possibilità di riconciliazione.

L’aspetto sicuramente positivo è che la durata di una crisi è un fattore che si può decidere di ridurre il più possibile, l’importante è affidarsi alla comunicazione e sincerarsi se il partner abbia le stesse intenzioni.

Ma quindi, che dire di come…

Ricominciare Dopo una Crisi di Coppia

Ricominciare dopo una crisi di coppia è davvero possibile? Si possono davvero cancellare tutti i brutti momenti trascorsi?

Cancellarli del tutto no, anche perché sarebbe controproducente, ma imparare da essi certamente sì. Ricominciare dopo una difficoltà relazionale significa soprattutto dimostrare a sé stessi e al proprio partner di essere in grado d’imparare dagli errori commessi e di voler rinnovare ancora una volta quel voto d’amore reciproco.

E per far ciò è necessario che la riconciliazione avvenga a piccoli passi e che soprattutto non s’interrompa mai sino a quando non si sarà tornati a essere la coppia che si era un tempo.

Esistono dei piccoli ma fondamentali accorgimenti che è opportuno seguire in tal senso:

· Imparare a comunicare in maniera positiva

· Considerare le esigenze del partner

· Imparare a perdonare

· Impostare nuove linee di condotta

· Riscoprire il piacere di stare insieme

· Gioire dei momenti trascorsi insieme

· Evitare naturalmente di ripetere i medesimi errori

Crisi di Coppia: La Soluzione è Il Matrimonio!

Le crisi sono un momento che in genere si verifica in ogni coppia e che contraddistingue tutte le relazioni sentimentali. Certe crisi fanno male, ma altre possono rivelarsi utili strumenti di riflessione e forniscono occasioni reali per riavvicinare due persone che si amano e che credono nel sacro vincolo del matrimonio.

Sembra infatti che per alcune coppie l’unione coniugale rappresenti una soluzione concreta per tutte le coppie in crisi.

Come testimoniato da una coppia umbra, molti partner credono ancora nel valore del loro matrimonio e cercano di trovare un rimedio alle loro crisi. Così come Cristina e Giorgio, coniugi da circa vent’anni che mettono la loro esperienza al servizio di tutte quelle coppie in cerca di serenità e che vogliono tornare più unite di quanto lo fossero in passato.

I due sposi di Gemini hanno vissuto la loro crisi e l’hanno affrontata pensando alle promesse fatte durante la cerimonia nuziale, che come un monito, hanno permesso loro di non mandare tutto in rovina.

Questa loro presa di coscienza li ha poi spinti ad aiutare le altre coppie e a stare accanto di chi crede ancora nell’amore e spera in un possibile riavvicinamento con il partner.

Crisi di Coppia: Quanto Giova il Metodo Ikigai

La filosofia ikigai è un metodo orientale utile in vari ambiti della vita umana e utilizzabile anche in ambito sentimentale.

Il termine indica il senso della vita, la ragione e comprende tutto ciò che suscita soddisfazione e piacere nell’uomo.

Per capire quale sia il proprio ikigai bisogna tenere in considerazione gli elementi che compongono quattro aree diverse e che rappresentano i punti di forza di ogni individuo, i suoi gusti e i suoi bisogni che devono essere appagati.

Esaminare questi quattro ambiti vuol dire lavorare in modo introspettivo sulla propria vita e riuscire a guardare al mondo e alla propria esistenza con più ottimismo.

Questo particolare tipo di autoanalisi può essere utile anche in campo sentimentale e soprattutto vantaggioso nella sfera sessuale, perché può indurre a riflettere sull’importanza della propria relazione d’amore e sul valore della complicità e della serenità.

La ricerca di appagamento personale o di quello altrui all’interno del rapporto e l’espressione del proprio io nell’intimità di coppia sono fattori importanti che inducono ognuno a realizzare se stesso e ad aumentare l’attrazione mentale.

Crisi di Coppia: Quando La Coppia Vuole Rimediare

Non tutte le crisi portano alla fine di un rapporto, ma anzi alcune possono contribuire a ristabilire l’equilibrio nella relazione di coppia.

Alcune coppie sono determinate a non mollare la presa e, anche se le crisi compromettono la loro serenità sentimentale, cercano una soluzione efficace alle divergenze esistenti tra i partner. Questo è il primo sintomo di un amore vero, che dimostra quanto possa contare un sentimento forte all’interno della relazione.

In questi casi, quando una coppia mantiene un equilibrio precario non vuol dire infatti che la storia debba finire o sfociare in conseguenze del tutto negative, ma piuttosto che qualcosa potrà riaffiorare nel tempo. A lungo andare le incomprensioni possono trovare chiarezza, il dialogo può essere alimentato e l’intimità potrà essere riscoperta e sfruttata per mantenere viva la passione.

La voglia di restare con chi si ama da tempo è resa evidente da piccoli gesti quotidiani e da atteggiamenti che possono sembrare futili ed insignificanti, ma che in realtà nascondono un bisogno di affetto e di comprensione. Alla base del rapporto deve porsi il rispetto per chi si ha accanto, che è la stessa persona con la quale si sono già condivisi gioie e dolori.

Ed è vero anche che se questa voglia di stare insieme accomuna entrambi i partner, sarà condiviso anche il bisogno di trovare una soluzione o un aiuto dall’esterno che possa ristabilire la tranquillità di coppia. In tal caso appare utile chiedere un consiglio a chi conosce bene la storia della coppia, senza dimenticare però che “i panni sporchi si lavano in famiglia” e che bisogna non esagerare con le confidenze. Basterà confromtarsi con chi guarda da un’altra prospettiva.

In altri casi è opportuno che si faccia ricorso ad una pausa di riflessione, che non debba essere per forza lunga o foriera di soluzioni drastiche, ma che permetta ad entrambi i partner di chiarirsi le idee e di capire il grado di attrazione provato per il partner. Questo periodo aprirà la mente e spingerà a prendere delle decisioni utili.

Crisi di Coppia: Quant’è Importante il Dialogo il Quarantena

L’emergenza ha spinto tutti a ricercare delle soluzioni efficaci per sopravvivere al cambiamento e soprattutto alla quarantena; ma solo pochi a trovare degli escamotage idonei a limitare le crisi di coppia.

Si raccomanda di non uscire, di non restare a casa e di non diffondere il contagio del Coronavirus, in modo da ridurre i tempi della pandemia; e allo stesso tempo si consiglia a mantenere la calma e a ridurre lo stress.

La vita caotica e frenetica condotta fino ad oggi ha abituato tutti a non dar peso alle relazioni e a viverle in modo superficiale e spesso irrispettoso.

Soprattutto ora che l’emergenza mette alla prova questi rapporti, siamo tutti chiamati a risolvere le divergenze per non rischiare di perdere chi si ama o chi si vuole bene. La lontananza è motivo di riavvicinamento e di riscoperta degli veri valori.

La crisi si manifesta in modo inaspettato, praticamente subito, costringendo le persone a dover fare un dietrofront. La buona notizia in questo caso è che si può rimediare al problema, sfruttando le potenzialità del dialogo o rivolgendo a chi si vuole bene una frase ad effetto.

Per uscire dalla crisi di coppia legata alla quarantena, c’è chi prefersice prendere in considerazione la possibilità di diventare più delicati e ben disposti l’uno verso l’altro. E nonostante questo atteggiamento non sia facilmente attuabile, è necessario sforzarsi da entrambe le parti per non compromettere il rapporto.

Come Evitare la Crisi di Coppia Estiva

La stagione estiva può nascondere diverse sorprese per chi porta avanti un rapporto sentimentale.

Si tratta di un periodo adatto per nuovi amori, ma anche pericoloso per quelli che vanno avanti da diverso tempo.

Cosa fare per evitare la crisi di coppia estiva?

Prima di tutto, bisogna parlare. Il dialogo è fondamentale per far proseguire ogni tipo di rapporto, così come la conoscenza non finisce mai davvero. Al tempo stesso, è possibile andare in vacanza insieme, da soli o in compagnia di amici.

Non bisogna scendere a patti, ma piuttosto agire per trovare la massima felicità. Bisogna inoltre mettere da parte problemi e preoccupazioni. La vita quotidiana può diventare davvero logorante, così come il lavoro può occupare troppo tempo.

È necessario distrarsi da tutto questo.

Infine, sarebbe opportuno fare nuove esperienze insieme. La condivisione favorisce la scoperta di nuovi particolari del proprio partner, essenziali per una storia d’amore lunga e felice.

Ma lasciamo adesso la parola agli esperti! Continua la lettura…

Crisi di Coppia: Parola agli Esperti

Generalmente in psicologia una crisi di coppia viene considerata non come un evento singolo a sé stante, ma piuttosto come la dimostrazione più evidente di una certa sofferenza psicologica più o meno manifesta in uno dei due partner o in entrambi.

Crisi di coppia psicologia

A tal riguardo un’analisi psicologica approfondita può anche far sì che vengano eliminate quelle che si pensano possano essere le cause delle difficoltà, ma che in realtà non concorrono all’aggravamento delle stesse.

Uno degli esempi più classici è quella della nascita di un figlio. Molte coppie sperimentano una crisi proprio in concomitanza di questo importante evento, ma in realtà le cause sono ben più nascoste e da ricercare altrove.

La psicologia e anche la psicoterapia possono certamente aiutare a risolvere una crisi di coppia, prima però andranno ad agire eliminando tutti quei deleteri modelli comportamentali disfunzionali e favorire piuttosto la rinascita dell’armonia emotiva e fisica.